Vai al menu principale- Vai ai contenuti della pagina[0] Home[H]

Camera di Commercio di Fermo
 
 
 
Suggerimenti e segnalazioni al Presidente



Seguici anche su Facebook

Comunicazioni all'utenza

sCOPRI LE NOVITà DELLA VISURA UFFICIALE

vai al sito registroimprese.it

STARnet la rete degli uffici studi e statistica delle Camere di Commercio

greensga

Area Ambiente

Decertificazioni d'impresa

Affissioni

Attualmente non ci sono richieste di affissioni

La Camera di commercio sostiene i Confidi

Per la concessione di contributi ai Consorzi e alle Cooperative di Garanzia Collettiva Fidi (Confidi) della Provincia - Anno 2013

La Giunta della Camera di commercio di Fermo ha deciso di impegnare per l’anno 2014 la somma di Euro 200.000,00 (duecentomila/00) a favore dei Consorzi e delle Cooperative di Garanzia Collettiva Fidi, per supportare le piccole e medie imprese nel reperimento delle risorse indispensabili per l’attività imprenditoriale, non sempre facilmente ottenibili soprattutto a causa del sistema delle garanzie richieste dalle banche.

Le domande per ottenere il contributo da parte dei Confidi debbono essere redatte su apposita modulistica e fatte pervenire alla Camera di Commercio entro e non oltre il 3 settembre 2014, attraverso una delle seguenti modalità:

  • a mano con apposizione del timbro di ricevuta di presentazione alla Camera di commercio di Fermo, Corso Cefalonia n. 69, 63900 Fermo;
  • a mezzo posta elettronica certificata (PEC) all'indirizzo cciaa@fm.legalmail.camcom.it, con l'indicazione, nell'oggetto "Bando Confidi".

Regolamento (PDF 18,8 kB)

Domanda di contributo (doc. 28,5 kB)

Fac-simile dichiarazione bancaria (doc. 25,5 kB)

Dichiarazione "de minimis" (doc. 39,5 kB)

Progetto interregionale lusso in Russia 2013-2015 - adesioni entro il 9 giugno 2014

Il Progetto Interregionale "LUSSO IN RUSSIA", promosso dal Ministero dello Sviluppo Economico, in collaborazione con ICE (Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane), con la partecipazione della Regione Marche (capofila), Calabria, Lazio, Piemonte e Umbria prevede la realizzazione di azioni specifiche a Kaliningrad, Sochi e san Pietroburgo con l'obiettivo di sostenere le PMI per la promozione dei beni di settori:

  • Beni di consumo per la persona (abbigliamento, maglieria, accessori per l'abbigliamento, calzature, pelletteria e borsetteria);
  • Arredo (articoli per illuminazione, oggettistica per la casa, ceramica nei suoi vari settori relativi al consumo)

Per formalizzare l’iscrizione le aziende interessate possono compilare l’apposito modulo indicando le iniziative a cui sono interessati a partecipare e inviarlo entro 9 giugno p.v. ai seguenti indirizzi: manuela.pagliarecci@regione.marche.it; info@sprintmarche.it e p.c.:  ICE  accordi.convenzioni@ice.it

Per le informazioni di dettaglio circa gli obiettivi e le modalità di attuazione del progetto si prega di visionare i documenti in allegato o di rivolgersi ai referenti della Regione Marche:
Manuela Pagliarecci - Servizio Attività produttive, lavoro, Turismo, Cultura e Internazionalizzazione
telefono: +39.071.8062102 fax: +39.071.8062318
http://www.sprintmarche.it/

Scheda Progetto (Word 398 kB)

Modulo di adesione (Word 564 kB)

Company profile (34,5 kB)

Privacy (PDF 584 kB)

Regolamento ICE (PDF 113 kB)

 

 

 

Marchio Qualità Ospitalità Italiana 2014 - termine presentazione domande: 10 giugno 2014

Logo Ospitalità ItalianaIl progetto “Marchio di qualità Ospitalità Italiana” è promosso dalla Regione Marche e dalla Camera di Commercio di Fermo in collaborazione e con il supporto dell´ISNART - Istituto Nazionale Ricerche Turistiche - di Roma, si colloca nell’ambito di una serie di iniziative finalizzate a favorire il rilancio del turismo locale attraverso la riqualificazione dell’offerta turistica. Il Marchio ha carattere volontario e completamente gratuito, viene conferito su domanda dell´impresa interessata, previa valutazione obiettiva da parte di una commissione di esperti in base al livello di servizio offerto dalla struttura richiedente.

“Ospitalità Italiana” fornisce ai clienti attuali e potenziali una valutazione obiettiva del livello di servizio offerto e rappresenta una garanzia sia per le aziende che per gli ospiti: visibilità, chiarezza di immagine, garanzia di qualità, facilità di scelta, condivisione del sistema di valori tra chi offre e chi compra. Le imprese, riunite sotto il logo "Ospitalità Italiana", comunicano al potenziale cliente gli "sforzi" compiuti per raggiungere la qualità e questa scelta (e con essa il concetto di tutela dell’ospite) rappresenta un’opportunità e una sfida per l’intero sistema turistico italiano.

Il progetto si inserisce in un’ottica più ampia di miglioramento continuo dell’ospitalità nelle località  turisticheper rispondere meglio alle aspettative e ai bisogni dei turisti italiani e internazionali ed a garanzia della qualità del servizio sia in termini di immagine che di riqualificazione del prodotto.

Gli alberghi, le RTA, i ristoranti, gli agriturismi e i Bed & Breakfast che ottengono il Marchio di Qualità  sono inseriti nella guida Gambero Rosso Viaggiarbene. Tale inserimento è a titolo completamente gratuito poiché rientra tra le azioni promozionali messe in atto da ISNART per le strutture certificate. Una particolare attenzione inoltre è volta al tema della sostenibilità ambientale: gli alberghi e gli agriturismi ricettivi potranno avere un check gratuito sul grado di avvicinamento della struttura al rilascio del marchio europeo Ecolabel

La Camera di commercio offre l’opportunità di fregiarsi del prestigioso Marchio di Qualità alle strutture turistiche operanti nel settore agrituristico, delle residenze storiche, dei Bed & Breakfast e degli stabilimenti balneari, categorie non previste nel bando della Regione Marche.

Le imprese interessate a partecipare, iscritte nel Registro delle Imprese ed in regola con il pagamento del diritto annuale,  dovranno far pervenire la Scheda di Adesione, entro il 10 giugno 2014, attraverso una delle seguenti modalità:

  • raccomandata A.R., tramite gli Uffici del servizio postale pubblico che assicurino la stampigliatura automatica del giorno e dell'orario di spedizione, all'indirizzo Camera di Commercio Fermo, Corso Cefalonia n. 69, 63900 Fermo;
  • via fax al n. 0734 217541;
  • a mano con apposizione del timbro di arrivo della domanda alla Camera di Commercio di Fermo, Corso Cefalonia n. 69, 63900 Fermo;
  • a mezzo posta elettronica certificata (PEC) all'indirizzo cciaa@fm.legalmail.camcom.it, con l'indicazione, nell'oggetto, "Ospitalità Italiana".

Nel momento in cui saranno effettuati i sopralluoghi da parte dei valutatori incaricati da ISNART, la struttura turistica deve essere già attiva ed aperta alla clientela, condizione necessaria per l'ammissione al bando. A seguito della verifica effettuata dall’Ente di certificazione, sulla base del punteggio ottenuto e dal certificato emesso al termine del sopralluogo volto a verificare la rispondenza strutturale e dei servizi offerti ai clienti rispetto ai requisiti definiti in appositi disciplinari, la Camera di commercio provvederà a consegnare l’attestazione di Qualità alle strutture meritevoli nel corso di un’apposita cerimonia. Le strutture alle quali verrà rilasciato il Marchio di Qualità saranno inserite nella Guida Nazionale ISNART, nonché nel sito Internet www.10q.it usufruendo di tutte le relative azioni promozionali. Le strutture selezionate con il marchio Ospitalità Italiana sono disponibili in versione digitale per Iphone e Android.
Per qualsiasi informazione al riguardo è possibile contattare la Camera di Commercio di Fermo telefonando al numero 0734/217511 oppure inviando una e-mail all’indirizzo segreteria.generale@fm.camcom.it.

N.B. SI INFORMA CHE LE IMPRESE RICETTIVE GIA’ IN POSSESSO DEL MARCHIO OSPITALITA’ ITALIANA SARANNO AUTOMATICAMENTE CANDIDATE ANCHE PER LA ANNUALITA’ 2015 DEL MARCHIO, SALVO ESPLICITA MANIFESTAZIONE DI DISSENSO DA INVIARE AI MEDESIMI INDIRIZZI SOPRA INDICATI.

***per quanto concerne le residenze storiche, dovranno fare fede alla Legge regionale 11 luglio 2006, n. 9., Testo unico delle norme regionali in materia di turismo, in particolare l'art. 21, commi 1.2.3.4.5.6. 

Il disciplinare da tenere in considerazione è quello relativo alle strutture alberghiere, in particolare con riferimento a quelle a 4 stelle, pubblicato sul sito http://www.10q.it/disciplinare.php

Casella istituzionale Posta Elettronica Certificata (PEC) della Camera di Commercio di Fermo: cciaa@fm.legalmail.camcom.it

 

Un fondo di garanzia per sostenere le nuove imprese

Supportare lo sviluppo del territorio favorendo la nascita di nuove imprese e contribuire fattivamente a far nascere le iniziative per il microcredito, con ricadute positive in termini di migliori condizioni di accesso al credito; elemento considerato chiave per aiutare le nuove piccole e micro imprese nell’affrontare la difficile congiuntura in atto. Con questi propositi la Camera di Commercio di Fermo istituisce un apposito Fondo di Garanzia denominato “Genesi”, che verrà ripartito, ai fini della relativa gestione, tra i Confidi aderenti all’iniziativa.

I Confidi interessati a partecipare alla ripartizione delle risorse possono presentare la domanda di adesione entro il 22 gennaio 2014.

La documentazione utile per aderire all’iniziativa dovrà essere trasmessa alla casella PEC dell’Ente cciaa@fm.legalmail.camcom.it, ovvero consegnata a mano alla Camera di Commercio, Corso Cefalonia n. 69, Fermo.

Bando (PDF 85,4 kB)

Convenzione (Word 98 kB)

Domanda di adesione da parte dei Confidi (Word 43 kB)

Dichiarazione aiuti "De Minimis" (Word 30,5 kB)

Fac-simile di dichiarazione Bancaria (Word 24,5 kB)

Avviso per la riapertura delle iscrizioni al Registro delle imprese storiche italiane - anno 2014

Unioncamere ha deliberato nel corrente anno la riapertura delle iscrizioni al Registro delle imprese storiche. Tutte le imprese con una storia centenaria (al 31 dicembre 2013) e ancora non iscritte possono presentare domanda presso la Camera di commercio dove hanno la sede entro il 30 giugno 2014.

Per maggiori informazioni, nonchè per le richieste di modifica dei dati o integrazione delle domande è possibile scrivere a:

affari.generali@unioncamere.it

impresestoriche@culturadimpresa.org

Bando (PDF 44 kB)

Domanda (PDF 52 kB)

Distretti sul web - il Distretto delle calzature fermano-maceratese

Distretti sul web - home
Prende il via Distretti sul web, il progetto sviluppato da Google e Unioncamere, con il Patrocinio del Ministero dello Sviluppo Economico, che ha l’obiettivo di contribuire a diffondere la cultura dell’innovazione e favorire la digitalizzazione dei distretti industriali italiani. Il progetto si propone di sensibilizzare e formare le PMI appartenenti a 20 distretti sulle opportunità offerte dal web mettendo a loro disposizione le competenze di 20 giovani che si sono aggiudicati una delle borse di studio del valore di 6000 euro messe a disposizione da Google.

In questi giorni, i 20 giovani selezionati stanno iniziando il loro percorso di educazione al digitale delle PMI italiane facendo base nelle diverse Camere di Commercio nei cui territori hanno sede i distretti che partecipano all’iniziativa. Per aggiudicarsi la borsa di studio, della durata di 6 mesi, i ragazzi e le ragazze hanno dovuto dimostrare di avere competenze di economia, marketing e management, competenze digitali orientate al web marketing e una conoscenza del territorio e del contesto economico-sociale del distretto nel quale andranno a operare. Hanno inoltre partecipato a un training formativo organizzato da Google sui principali strumenti a disposizione per supportare le imprese ad avviare una propria presenza sul web.

Cristina Fabi, 29 anni, residente a Sant'Elpidio a Mare in provincia di Fermo, che ha conseguito un dottorato in politiche sociali e sviluppo locale, è stata scelta per favorire la digitalizzazione del Distretto delle calzature Fermano-Maceratese e sarà operativa presso la Camera di Commercio di Macerata. Metterà le proprie competenze al servizio dell’innovazione e dell’internazionalizzazione del tessuto produttivo locale.

Diversi studi ormai come le aziende attive su Internet fatturano, assumono ed esportano di più di quelle che su Internet non sono presenti. In particolare il binomio export-Internet si conferma una miscela ad altissimo potenziale per il sistema-paese e in questo senso il valore dei distretti industriali diventa fondamentale. Fare sistema e creare degli hub di condivisione della conoscenza e di valorizzazione del nostro sistema produttivo potrebbe consentire all’intero sistema economico di cogliere opportunità di crescita nel mercato interno e ancora di più su scala internazionale. Le PMI attive in rete hanno infatti registrato una crescita media dell’1,2% dei ricavi negli ultimi tre anni, rispetto a un calo del 4,5% di quelle offline e un’incidenza di vendite all’estero del 15% rispetto al 4% delle offline (fonte:www.fattoreinternet.it).

Nella pagina del progetto Distretti sul web sarà possibile conoscere tutti i distretti industriali coinvolti e trovare i riferimenti del giovane borsista.

"In un contesto così difficile per le nostre imprese e per il lavoro – ha detto il Presidente di Unioncamere, Ferruccio Dardanello - è fondamentale dare spazio alle competenze, alle idee e all’innovazione per scovare nuovi mercati, individuare nuovi modi di produrre e di commercializzare prodotti e servizi. Molti dei nostri giovani hanno sia le idee innovative sia le competenze tecnologiche per metterle in atto, ma troppo spesso non ne hanno la possibilità concreta. Il progetto che oggi prende il via è una risposta a questa situazione di stallo che penalizza i nostri ragazzi migliori e che vede moltissime piccole e medie imprese soffrire per la difficoltà ad internazionalizzarsi, a mettere in atto nuove strategie di crescita, ad essere più competitive. Il sistema camerale - attraverso l’accordo tra Unioncamere e Google – vuole dare un segno che qualcosa si può fare e oggi sono lieto di dare il mio più sentito “in bocca al lupo!”  a questi giovani alfieri di un’Italia nuova, che crede nelle sue possibilità e che guarda al futuro come ad un’opportunità".

"Abbiamo ideato il progetto ‘Distretti sul Web’ tenendo in grande considerazione le specificità dell'Italia – ha dichiarato Alessandro Antiga, Direttore Marketing, Google Italy – con l'obiettivo di valorizzare, grazie ad Internet, le eccellenze rappresentate dai distretti manifatturieri del nostro Paese. Con quest'iniziativa ci proponiamo infatti di diffondere competenze digitali all’interno delle PMI per aiutarle a essere competitive sviluppando una propria presenza in rete, superando i confini nazionali e diventando operatori attivi sul mercato globale. Crediamo che i giovani con le loro competenze digitali possano essere gli abilitatori ideali per aiutare le imprese a cogliere a pieno queste opportunità. Nel contempo questa può essere per i giovani borsisti un'esperienza estremamente formativa che gli consentirà di mettersi alla prova con le sfide affrontate ogni giorno dalle aziende sul territorio".

Rassegna stampa (PDF 3.67 MB)

 

Archivio bandi dall'anno 2009

 

ARCHIVIO: 2014 - 2013 - 2012 - 2011 - 2010 - 2009